IL COINVOLGIMENTO DEI DIPENDENTI ITALIANI DALLE AZIENDE

Il team organizzativo di un’azienda è da sempre il punto di partenza per la buona riuscita delle prestazioni in uscita: il successo esterno dipende quindi dall’equilibrio interno.
I dipendenti sono una risorsa importantissima per l’azienda sia in  termini di produttività che in termine di gestione delle crisi. Ma che cosa pensano i dipendenti del loro lavoro? Sono soddisfatti? Sono d’accordo con la politica aziendale?

La prima indagine scientifica sul tema dell’engagement in azienda è stata realizzata dall’Università IULM tramite un campione di 375 aziende rappresentative delle aziende italiane con più di 500 dipendenti. Il fine della ricerca era costituito dalla misurazione del coinvolgimento attivo del lavoratore nella realtà aziendale, ossia la sua connessione emozionale e psicologia verso i valori dell’azienda, in grado di generare comportamenti e azioni concrete positive.

Purtroppo i risultati sono stati praticamente scadenti, soprattutto nelle aziende di proprietà italiana non quotate e che operano solo a livello nazionale.

La non identificazione con la realtà aziendale è risultata essere maggiore in situazioni di relazioni collaborative trascurate, in cui l’azienda non premia la meritocrazia e che delude le aspettative.
Inoltre, influiscono anche i comportamenti arroganti dei superiori che non sono minimamente interessati a intrattenere rapporti amichevoli con i loro subordinati.

Una soluzione ottimale sarebbe gestire al meglio la gestione organizzativa delle risorse umane e provvedere a una solida comunicazione interna, in modo tale da essere sempre competitivi e al passo con i tempi, sfruttando al meglio le proprie capacità.

Deborah
Dea Eventi Aziendali